il peggio che M2 potesse concepire

Articoli con tag “attualità

pronti per una replica

«la nuova classe dirigente che dilagò ora con violenza travolgente nelle posizioni chiave del paese era costituita in gran parte da… laureati falliti e altri individui senza arte nè parte espulsi dalla vita civile e che si erano improvvisati uomini politici sfruttando la confusione del momento. Il loro apporto non fu molto di più di una spesso caotica e stridente mescolanza di attivismo, sete di potere e fede nel loro Führer. Dello Stato invece, del meccanismo delle sue regole e delle sue complesse strutture, non sapevano quasi nulla»

«Si rischia davvero di travisare l’essenza del nazionalsocialismo in un punto decisivo se non si comprende che fu un movimento di raccolta di quanti si ritenevano apolitici contro la dilagante politicizzazione della società. Al disagio e al fastidio suscitati dal peso crescente dei partiti, delle loro continue dispute, e più in generale da quel disordinato intrecciarsi e accavallarsi di voci e di pareri che fa parte dell’essenza stessa degli ordinamenti democratici, i nuovi detentori del potere contrapposero l’asserita garanzia d’una direzione “non politica” delle cose. Una maggioranza rapidamente crescente fu loro addirittura grata di poter passare dalle tendenze politicizzanti della poco amata repubblica di Weimar alla presunta oggettività della pura efficienza, e alla base di innumerevoli ricordi, specialmente di quelli risalenti agli anni di pace, c’è l’equivoco tanto trasfigurante quanto stravolgente della realtà secondo cui soltanto il prevalere del nazionalsocialismo avrebbe consentito il ritorno a processi decisionali rigorosi e aiutato a fare ciò che era necessario, scavalcando tutto l’incessante e irritante cicaleccio intermedio»
(Joachim Fest: Speer – Una biografia)


ma cos’è questa crisi pa-ra-pa-ra-pa-ppa-ppà

Scovata dal sempre grande CEZ su questo sito:

http://www.orrorea33giri.com/2009/04/rodolfo-de-angelis-ma-cose-questa-crisi.html

la colonna sonora dei nostri tempi. Una canzone del 1933, ma quanto mai attuale per tutta una serie di motivi socio-politici che non vale la pena di esporre, oh italico popolo bue. Mi sembra invece più interessante sottolineare quegli ammaestramenti che l’autore della canzone porge come antidoto certo alla crisi: in primis basta col gavazzare e si pensi a lavorare, e ci aggiungerei un «Cribbio!»; l’esercente guadagnare quel che è giusto; la donna bella non sprecare le nottate. Specie quest’ultimo è senz’altro da condividere.

A conclusione segnalo, in settima ed ottava strofa, quella che mi sembra una gustosa sottigliezza del primo ventennio fascista contro le inique sanzioni: si criticano le nazioni inconcludenti e si invita a rinunciare alla parte del leone, presumibilmente una stoccata alla Gran Bretagna.

Rodolfo de Angelis: Ma Cos’è Questa Crisi? (altro…)


letterina a Babbo Natale Obama

obama-santa

Caro Sig. Babbo Presidente Natale Obama,

lo so che quest’anno non siamo stati bravi

e forse non ci meritiamo i regali,

ma potreste per favore invaderci al più presto?

O dobbiamo rifare proprio tutto il fascismo?

Con osservanza,

M2


stripblogging 3

Zeus Sotèr, anche stavolta il fumetto ha tagliato il testo! SGRUNT!

A quanto pare ho trovato il modo di inserire le immagini senza distorsioni 🙂


stripblogging 2

Fase lunare: novilunio

Provo ulteriori possibilità espressive nel ramo dello stripblogging e ricorro all’embedding, anche se la resa purtroppo non è ottimale. Soggetto noioso, ma spero di migliorare.