il peggio che M2 potesse concepire

Sole per me

Tornavo a casa in macchina, di sera. Mentre discendevo i tornanti verso la statale, impegnato nel bel mezzo di quello più infido, è comparso il sole che tramontava. L’ho visto per due o tre secondi, prima che scomparisse dietro le colline brulle e rocciose. Non tocca a me descrivere i colori e la bellezza di un tramonto, tocca a me essere toccato da questa bellezza e da questo evento che si ripete ogni giorno da quando sono nato.Prima ero rimasto in coda dietro un’ambulanza stretta nelle viuzze del paesino. Avevano prelevato un vecchietto, pallido e magro, già più fantasma che uomo. Era legato al lettino e gli avevano messo la maschera dell’ossigeno; una crisi cardio-respiratoria si consuma in pochissimi minuti, quindi l’ambulanza deve arrivare immediatamente, ogni perdita di secondi fa la differenza tra la vita e la morte, tra salita e discesa, tra un’altra alba e l’ultimo tramonto.

Comunque adesso sono lì, solo in macchina con i miei pensieri e l’impressione di quel tramonto.

In realtà non è disceso dietro le colline, lui sole rosso: è il pianetino insignificante che ha ruotato impercettibilmente, è il tornante che percorrevo in discesa, è la macchina che accelerava in avanti, ma per quei due o tre secondi, quel tramonto in quel punto con quei colori, era tutto per me, solo per me, sole per me.

Sul momento ho pensato che me l’avesse regalato Dio, così, fugacemente, come un papà che ti porta una sorpresa quando torna dal lavoro, per vederti contento e felice. Difatti me l’ha regalato Dio, o mio papà, che poi è lo stesso. Del resto se siete stati fortunati e amati quanto me, non potreste fare altro che scegliere di credere all’esistenza di Dio, qualsiasi nome vogliate dargli; per cui non potreste fare altro che scegliere di credere all’Esistenza, all’Amore e alla Fortuna e alla necessità imperiosa di restituirla e riversarla, così, solo per vedere qualcuno contento e felice indipendentemente dalla vostra felicità o contentezza.

Però è il solito sole, che sale e scende, apparentemente, more sòlito, more salìto, more disceso, ogni giorno incessantemente e ci ho fatto talmente tanti giri intorno, in compagnia del pianetino insignificante che mi ospita, che ormai si contano in qualche decina. Ma non solo il sole è il sòlito: in macchina ho la solita musica, non quella nuova che sto ascoltando in questo periodo. Per esempio non ho l’album dei Black Keys dal titolo El Camino e non posso ascoltare “Little Black Submarines” e ripetermi che un cuore infranto ci deve vedere benissimo, nonostante quel che si dica nel brano, perchè chi soffre o ha sofferto dovrebbe essere più sensibile al dolore altrui e cercare quindi di non arrecarne.

Nella vita abbiamo la libertà di scegliere. Scegliere anche per cosa essere contenti o tristi, felici o infelici, scegliere se trascinare gli altri nel nostro dolore perchè scegliamo di essere ciechi e sordi perchè abbiamo il cuore infranto. Qualcuno sceglie di essere infelice perchè gli è morto il gatto, ma scegliere di rendere infelice un essere umano per questo motivo non è una scelta che mi convinca. E non è un esempio astratto.

Credo fermamente nella mia libertà di scelta e nel fatto che bisogna scegliere il bene e il giusto, ancora meglio se contemporaneamente, però non saprei dire quante volte, per fare la scelta, ho avuto bisogno di forze che non ho trovato. Sono comunque soddisfatto del bilancio, posso morire anche subito a cuor leggero 🙂

L’approdo di tutti quei pensieri, interrotti dal caotico abbraccio del traffico della mia città, è che c’è una cosa che da un po’ di tempo mi rende triste e mi sembra una cosa buona e giusta per cui esserlo. Quindi, le volte in cui mi sentirò triste per questa cosa, varrà la pena di essere triste.

Ovviamente questo messaggio che parla di morte, sofferenza e tristezza sarà frainteso in una vasta gamma di modalità, se tu che leggi hai paura della tua morte, della tua sofferenza e della tua tristezza perchè non sei stato fortunato e amato quanto me. E mi dispiace. Dunque, chiunque tu sia, ascolta El Camino perchè è un album abbastanza carino 😉

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...