il peggio che M2 potesse concepire

Parole

Esprimere certe cose con le parole sarebbe possibile.
Le parole possono mentire, le parole sono facili.
Ci sono talmente tante parole, dappertutto.
Chiacchiere, borbottìi, pigolìi, piagnistei…
Potrei scegliere delle parole e saprei farle suonare.
Certo potrei. Sono bravo. Lo sono sempre stato.

Le parole mi sembrano vuote.
Le parole mi sembrano mute.
Non sono vuoto.
Non voglio essere muto.
Le parole mi lasciano insoddisfatto.
Sia a ricevere che a dare.

Ci sono occhi.
Ci sono mani, braccia, spalle.
Ci sono gesti,  le cose che faccio.

Ma troppi sono affezionati, innamorati delle parole.
Intossicati,  avvelenati dalle parole.

Scritto con WordPress per Android

Annunci

2 Risposte

  1. è quello che pensavo ieri, rispondendo ad una mail. Giustappunto.
    E’ come accontentarsi di vedere, quando puoi anche percepire. E la percezione è oltre, è inafferrabile, è del tutto personale. Ha quel suo fascino intimo, la percezione è solo tua e se è ben sintonizzata è esattamente la realizzazione di ciò che con le parole (non)tutti possiamo tentare di comunicare.

    19 giugno 2013 alle 20:16

  2. M2

    Sì, sì, decisamente hai colto. Quanto è limitante sfruttare solo il linguaggio, quando si dovrebbe perseguire qualcosa di assoluto, totale. E le parole sono un tanto al kilo ormai, tutti ne hanno per tutti e per tutto. E c’è paura del silenzio, paura dei gesti… e ovunque immagini e parole senza sostanza.

    21 giugno 2013 alle 1:27

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...