il peggio che M2 potesse concepire

Capita

Sogno di qualche tempo fà:

offro un passaggio ad un vecchietto in difficoltà e lo faccio salire in macchina; il vecchietto gesticola e sembra confuso. Gli chiedo dove debba andare e di cosa abbia bisogno, ma non mi risponde; continua a gesticolare e farfuglia cose incomprensibili. Allora faccio partire la macchina e inizio ad andare, dopo qualche decina di secondi ripeto le mie domande, ma il vecchietto sempre più confuso non riesce a rispondermi e gesticola in modo sempre più forsennato. Fermo la macchina e lo guardo. Sento di guardarlo con lo sguardo irato, quando corrugo la fronte, e parlo con voce sorda:


«Signore, mi dispiace ma non posso aiutarla.
Io non chiedo aiuto a nessuno.
Nessuno mi aiuta.
E vivo nella mia pace».

Sentivo che dovevo scrivere questa cosa, perchè, perchè… e finalmente scrivendola ho capito perchè. Perchè anche se lo sentivo, solo scrivendolo ho avuto la chiara consapevolezza che:

io non chiedo aiuto a nessuno e nessuno mi aiuta sono due cose completamente differenti.

Non è comunque vero che io non chieda aiuto a nessuno, ogni tanto capita, quando proprio non posso farne a meno. Come capita che qualcuno mi aiuti, ogni tanto, quando proprio non posso farne a meno 🙂

Annunci

5 Risposte

  1. provoletta

    Aiuta invece me a capire il titolo 🙂

    13 aprile 2013 alle 12:03

  2. qibludeep

    si M2 capita… 🙂

    13 aprile 2013 alle 14:41

  3. M2

    @provoletta: il titolo non ha un vero senso, non sapevo che mettere. Val bene tutto: che càpita di sognare o di riflettere, una cosa sentita e poi capìta, càpita (latino) come testa in cui hanno luogo sogni e riflessioni.

    @Qi: anche a te? E quindi mi hai capito, forse, e sai i lati positivi e negativi di chi è fatto così.

    13 aprile 2013 alle 18:03

  4. non mi è chiaro il perché hai ‘sentito’ di dover dire quella frase a quel vecchietto là…

    16 aprile 2013 alle 0:20

  5. M2

    Se i sogni fossero del tutto chiari i maghi non lavorerebbero più 🙂

    Forse parlavo a qualcuno rappresentato dal vecchietto o forse il vecchietto ero io? Non credo abbia importanza.
    Non ho neanche detto che le persone anziane generalmente mi commuovono.

    L’unica cosa chiara, per me, è che la cosa che ho detto la sento intimamente vera, è un mio atteggiamento profondo, un’inclinazione che ogni volta devo, in un certo senso vincere, per chiedere aiuto se mi serve. Mi viene spontaneo risolvere i miei problemi da solo. Il fatto che nessuno mi aiuti, appartiene ad un contesto diverso, ma è falsa. Era un mio modo errato di percepire alcune cose in un momento poco felice.

    16 aprile 2013 alle 0:34

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...