il peggio che M2 potesse concepire

Salvatore

«Tu ci sei passato!»

No, non ci sono passato… la verità è che non passa. Io non passo, io rimango. Rimango lì o più che altro ci torno…

Ti sorrido e ti abbraccio amico e ci stringiamo, due uomini si stritolano, due petti si gonfiano e due cuori battono. Io non ci sono passato amico, sono rimasto lì o più che altro ci torno, di tanto in tanto, ma tu sei forte in modo diverso dal mio e penso che passerai e andrai avanti. Lo hai sempre dimostrato e anche ieri lo hai fatto: io non ero riuscito a fare quello che hai fatto tu. Me lo hanno raccontato, io sono arrivato all’ultimo minuto.

Penso che tu abbia avuto il tempo, l’intuizione e la volontà di prepararti, mentre io non l’ho fatto. Le situazioni sono simili, fin troppo, le nostre persone diverse, amico. Io ero da solo, tu no, credo che anche questo faccia differenza. Forse fa la differenza tra un uomo incompleto e insoddisfatto e un uomo completo. Una differenza di sette anni, perchè io sono rimasto lì o più che altro ci torno, di tanto in tanto.

Non voglio che tu faccia i miei stessi errori, che tu sbagli per eccesso, come ho fatto io: sei forte, potrebbe accadere. Stai attento, a me è successo. Ma almeno  attraverso questi errori sono passato, alla fine. Sono forte, ho sbagliato, e sono dovuto passare e andare avanti, alla fine.

Non prenderti responsabilità che non ti toccano, amico. Sei forte in modo diverso da me e saprai come fare.

E ricorda che mi devi un caffè!

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...