il peggio che M2 potesse concepire

Souls of the Departed

Bruce Springsteen: Souls of the Departed

On the road to Basra stood young Lieutenant Jimmy Bly
Detailed to go through the clothes of the soldiers who died
At night in dreams he sees their souls rise
Like dark geese into the Oklahoma skies

Well this is a prayer for the souls of the departed
Those who’ve gone and left their babies brokenhearted
This is a prayer for the souls of the departed

Now Raphael Rodriguez was just seven years old
Shot down in a schoolyard by some East Compton Cholos
His mamma cried “My beautiful boy is dead”
In the hills the self-made men just sighed and shook their heads

This is a prayer for the souls of the departed
Those who’ve gone and left their babies brokenhearted
Young lives over before they got started
This is a prayer for the souls of the departed

Tonight as I tuck my own son in bed
All I can think of is what if it would’ve been him instead
I want to build me a wall so high nothing can burn it down
Right here on my own piece of dirty ground

Now I ply my trade in the land of king dollar
Where you get paid and your silence passes as honor
And all the hatred and dirty little lies
Been written off the books and into decent men’s eyes

(R.I.P. Danny “The Phantom” Federici, Long Live “The Boss”)

Annunci

5 Risposte

  1. Anonimo del Sublime

    http://it.youtube.com/watch?v=qDGssht9aPY

    22 gennaio 2009 alle 19:58

  2. M2

    Uhm… la canzone del nuovo album dedicato a Hussein Obama. Non mi piace più di tanto se posso permettermi di dirlo. Bruce può fare sicuramente meglio!

    24 gennaio 2009 alle 17:56

  3. M2

    Ti farà piacere sapere che durante l’intervallo del Superbowl, il Boss ha tenuto un mini-concerto di una ventina di minuti, con la nuova E-Street Band al completo (compresa quindi mogliettina Scialfa e Nils Lofgren, escluso il compianto Federici sostituito da non so chi) e una sezione supplementare di fiati. Scaletta pregevolissima col seguente mix di tagli:
    “Tenth Avenue freeze out”,
    “Born to Run”,
    “Working on a Dream”,
    “Glory Days” (adattata al contesto: «I had a friend who was a big football player…» ^_^).

    “Working on a dream”, sulla quale confermo le mie perplessità, è stata eseguita con la partecipazione di un coro spiritual e secondo me rederebbe molto di più in versione acustica con Bruce solo e il coro per accompagnare il ritornello.

    5 febbraio 2009 alle 12:40

  4. Anonimo del Sublime

    “Tenth Avenue freeze out”

    Il boss sa bene come riscaldare i suoi fan

    «I had a friend who was a big football player…»

    e anche come farli gasare.

    Working on a dream mi ricorda lo stile dei primi album, magari è fatta un po’ a canzonetta (nota il fischiato) ma me gusta

    5 febbraio 2009 alle 15:26

  5. M2

    Uhm… ti sembra nella scia di “The wild, the innocent…” e di “4th of July…”? Mi lasci un pò perplesso veramente…
    Pubblico in visibilio, posso assicurarlo. Bruce non è mai stato amato come adesso secondo me.

    5 febbraio 2009 alle 23:57

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...