il peggio che M2 potesse concepire

dormire

“Dormire non è poca arte:
è necessario vegliare tutto il giorno per giungervi”

(Friedrich Nietzsche)

Annunci

16 Risposte

  1. xx

    Ecco cosa diceva Nietzche. Qualcuno avverta il signor Fornaciari.

    27 giugno 2008 alle 13:40

  2. M2

    Sarà l’orario e la stanchezza -da cui lo sfogo costituito da questo articolo, sarà la mia ignoranza, ma non colgo il riferimento a Zucchero.

    27 giugno 2008 alle 15:34

  3. xx

    C’era una vecchia canzone di Zucchero, di cui non so il titolo e sono troppo pigro per cercarlo, che proclamava “Nietzche che dice? Boh. Nietzche che dice? Boh boh”. Da cui la mia sagace battuta.

    27 giugno 2008 alle 15:40

  4. M2

    Per Zeus Sotèr, sono fiero della mia ignoranza allora…

    27 giugno 2008 alle 15:51

  5. Joril

    Era la canzone col ritornello che faceva “single man – single man – desperado”!

    27 giugno 2008 alle 22:44

  6. Joril

    Ma.. Ma.. Qui non ho il mio “evil free”, sob

    27 giugno 2008 alle 22:47

  7. provoletta

    io me la ricordo!

    28 giugno 2008 alle 15:46

  8. M2

    Joril: ma non hai un account wordpress?

    28 giugno 2008 alle 16:27

  9. Joril

    Mi sono registrato su Gravatar.. Vediamo un po’..

    30 giugno 2008 alle 21:12

  10. M2

    Ah… bene, direi che funzia.

    1 luglio 2008 alle 12:15

  11. Dr. Hell

    YAAWN…

    4 luglio 2008 alle 10:49

  12. Pensa te che io sono giunta al sonno (naturale) dopo 11 mesi di veglia..

    7 luglio 2008 alle 13:26

  13. M2

    Cioè prendevi sonno solo sotto l’effetto di ingenti dosi di piramidone?

    7 luglio 2008 alle 15:58

  14. Più o meno. In alternativa pensavo alla clinica del sonno.. faccio anche dei sogni talmente strani..

    8 luglio 2008 alle 11:44

  15. M2

    Questo sì che è interessante, ma penso che in effetti tutti i sogni siano “strani” cioè rispondenti ad una logica tutta loro. O almeno così si dice.

    8 luglio 2008 alle 16:35

  16. Sì, ma al mattino mi lasciano spossata.. Stanotte ho sognato che facevo Sardegna – Portofino in una barchettina piccina piccio, quasi una canoa. Ovviamente era solo un km, dato che dovevo solo attraversare il lago Maggiore. Però la guardia costiera me lo impediva e dato che l’ultimo traghetto era partito mi facevano ospitare sulla megabarcaavela di una famiglia di ricconi, il cui figlio ventenne, alto, bello, biondo, occhi azzurri, lineamenti delicati si innamorava di me ma io mi preoccupavo per l’età. poi mi son svegliata. Un po’ stranita.

    18 luglio 2008 alle 16:21

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...